Matera 2019

Matera Città Aperta indagherà e sperimenterà il tema del limite, inteso come separazione fisica e materiale ma anche come separazione non visibile. Il tema del limite è per noi legato a questioni quali la diversità, la divisione, la costruzione di barriere, l’esercizio del potere, ma anche l’accessibilità, l’inclusione, la partecipazione, l’abbattimento e il superamento di confini.

La performance finale sarà la costruzione di un Muro, da realizzare in un luogo simbolico e che dividerà idealmente la città. Nel corso del 2018 attraverso un processo di studio, riflessione, ricerca, approfondimento daremo origine ad una serie di azioni teatrali e performative che coinvolgeranno un cast teatrale e artistico ma anche gruppi di cittadini e che troveranno sintesi nella performance installativa di costruzione del Muro, il cui debutto è previsto nell’autunno del 2019. La costruzione del Muro avverrà nell’arco di una settimana. Il primo giorno verrà tracciata una linea che dividerà in maniera molto leggera la città in due parti. Nei giorni successivi la separazione diventerà materiale, crescendo man mano fino a diventare un limite invalicabile.

Il 2019 è il trentesimo anniversario dalla caduta del Muro di Berlino, l’anno in cui l’Inghilterra uscirà ufficialmente dall’Unione Europea e l’anno in cui terminerà la costruzione di nuovi muri per difendere vecchi confini, dal corridoio umanitario nei Balcani, al nuovo muro tra Messico e U.S.A. Celebreremo questi eventi coinvolgendo la città in una provocazione distopica con l’intento di costruire, nel tempo, nuove visioni utopiche.

 

Realizzato in coproduzione da
IAC Centro Arti Integrate

Segui il progetto anche su
Sito Web
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube
Partner di progetto:

C-Fara, Italia
Ravenna Teatro , Italia
Polo Museale di Basilicata , Italia
New Art Exchange , Inghilterra
Corps Citoyen , Tunisia
PAV, Italia

Artisti:

Andrea Santantonio (regista) Italia
Nadia Casamassima, (performer) Italia
Rabii Brahim, (performer) Tunisia
Lily Benromdhane (performer), Tunisia
Alessandra Crocco (performer), Italia
Anna D'Adamo (performer), Italia
Alessandro Miele (performer), Italia
Ali Sohna (performer), Gambia
Erica Galli, (testi) Italia
Martina Ruggeri, (testi) Italia
Azar Mortazavi, (testi) Germania 
So Young Chung, (installazione) Corea del Sud
Teho Teardo,(musiche) Italia
Daniele Ninarello, (coreografie) Italia
Vincent Longuemare, (luci) Francia

Data e luogo *:

Dal 30 settembre al 6 ottobre 2019 in Piazza Vittorio Veneto, Matera


(*) Le date e i luoghi potrebbero subire variazioni
Per vivere questo e tutti gli appuntamenti del programma ufficiale di Matera Capitale Europea della Cultura acquista il Passaporto per Matera 2019