Matera 2019

URLA! È la parola chiave di questa prima edizione dell’Open Sound Festival. Si celebra la musica come linguaggio ancestrale, una cerniera tra memoria e contemporaneità, un atto primario e catartico, proprio come un urlo.

Libertà, spontaneità, espressione, inclusione, comunità sono alcuni dei temi che #URLA vuole dichiarare ad alta voce. Un gesto semplice, istintivo, così come l’antico strumento scelto come simbolo di #URLA: la cupa-cupa, simbolo della democratizzazione dell’arte. Per realizzarne uno bastano un barattolo (meglio se bello grande), un panno, una canna bagnata e tanta energia.

L’artista Yuval Avital, compositore e musicista multimediale, curerà la direzione artistica dei quattro giorni dell’Open Sound Festival. Il mainstage d’eccezione sarà l’ex-monastero Le Monacelle, che ospiterà installazioni, performance, concerti e percorsi artistici in mezzo alla natura, da percorrere a piedi per poi arrivare alla tappa finale del tour: un grandissimo evento musicale tra le pareti rocciose della Cava del Sole, un raduno europeo di sound-system dove scopriremo fin dove possa spingersi la profondità del suono grazie alle basse frequenze delle cupa-cupa.

Un evento costruito sapientemente e con tempi lunghi, attraverso laboratori e residenza artistiche curate da Yuval Avital tra il 2018 e il 2019 al Cecilia di Tito (Pz), con le Open Sessions all’interno del Pollino Music Festival, del Metaponto Beach Festival e del festival Europavox di Clermont Ferrand (FR), e con la conferenza di presentazione all’interno di Linecheck/ Milano Music Week a Milano.

 

 

Realizzato in coproduzione da
Associazione Culturale Multietnica

Segui il progetto anche su
Sito Web
Facebook
Instagram
Partner di progetto:

Music Innovation Hub SpA - Impresa Sociale, Italia
EuropaVox, Francia
Krikka, Italia

Artisti:

Yuval Avital, Israele
Alioscia Bisceglia, Italia
Nu Guinea, Italia
JoyCut, Italia
Teme Tàn, Belgio
Douglas Dare, Regno Unito
Dub Shepherds, Francia
AgoTrance, Italia
I Cupa Cupa e le maschere e di Tricarico 
I Rumiti di Satriano di Lucania
I Campanacci di San Mauro Forte 
Le Zampogne e il Coro arbreshe del Pollino 
La Bassa musica e i Cori a zampogna di Accettura 
La banda di Tito

Realizzato con il sostegno di BCC Basilicata

Per vivere questo e tutti gli appuntamenti del programma ufficiale di Matera Capitale Europea della Cultura acquista il Passaporto per Matera 2019