Matera 2019

Il primo a denunciare la situazione disastrosa dei Sassi di Matera, dove nel secolo scorso le condizioni igienico-sanitarie degli abitanti erano disastrose, è stato Carlo Levi nel suo capolavoro "Cristo si è fermato a Eboli": l'autore descrive nelle sue pagine, infatti, la vita in quelle cavità, talvolta sprovviste di porte e finestre, ma ne delinea anche l'infinita bellezza.

Dalla dicotomia tra vergogna e bellezza, e dal concetto di Matera come punto di contatto tra questi due concetti apparentemente antitetici nasce "La Bella Vergogna", spettacolo teatrale co-prodotto dal Centro Mediterraneo delle Arti con la partecipazione di Ulderico Pesce, che avrà luogo a San Paolo Albanese, lungo le pendici del Monte Pollino a partire da agosto 2019.

In particolare, ancorandosi al territorio, il tema dell'evento verrà trattato attraverso la storia dell'arrivo in Basilicata dei monaci bizantini dopo la promulgazione della legge contro gli iconoclasti dell'ottavo secolo d.C. che, cacciati dalla loro patria, hanno contribuito a portare bellezza nelle terre di approdo. Così come i fedeli del rito greco-bizantino provenienti da Grecia e Albania, stanziatisi sul territorio dopo essere fuggiti dall'invasione ottomana. Fino ad arrivare alle vergogne contemporanee, trasformatesi in bellezza radicata, del coraggio dei popoli che fuggono dalla loro casa per cercare altrove la propria realizzazione.

Realizzato in coproduzione da
Centro Mediterraneo delle Arti

Partner di progetto:

Agoraut, Italia
Giallo Sassi Matera, Italia
I 5 Fiumi, Italia
Soc. Coop. Senis Hospes, Italia
Mauro Diazzi srl Modena, Italia
Shën Palji Arbëresh, Italia

Artisti:

Fura dels Baus, Spagna

Data e luogo *:

Spettacolo teatrale 10, 13 e 14 agosto 2019, Centro Banxhurna a San Paolo Albanese


(*) Le date e i luoghi potrebbero subire variazioni
Per vivere questo e tutti gli appuntamenti del programma ufficiale di Matera Capitale Europea della Cultura acquista il Passaporto per Matera 2019