Matera 2019

È un progetto multidisciplinare teso a creare una nuova modalità di viaggio e visione di una città da parte di ospiti/viaggiatori incentrato sull’espressione artistica di quattro concetti chiave: emozione, anima dei luoghi, memoria e tempo. 

Simbolo del progetto è la mappa emozionale: una mappa vera e propria che è anche un racconto. All’inizio saranno coinvolti 300 abitanti della città di Matera, dai 10 agli 80 anni, a cui sarà chiesto di creare una mappa emozionale. Ogni persona coinvolta disegnerà una mappa dei luoghi della città emotivamente importanti, luoghi della memoria esistenti, mutati o scomparsi, e li racconterà in forma scritta. L’insieme delle mappe raccolte farà apparire una città “nuova”, potrebbe figurare tra quelle “invisibili” di Italo Calvino, e darà vita ad una grande mappa madre. Anche i viaggiatori giunti per visitarci dovranno creare una mappa emozionale del luogo di provenienza, creazioni che nel tempo formeranno un grande atlante. L’idea radice è la relazione a più livelli delle persone attraverso differenti forme d’arte, in questo caso gli abitanti di una città e i viaggiatori che giungono a visitarla. Per Matera 2019 presenteremo il primo capitolo del progetto, “La secretissima camera de lo core” un’installazione multisensoriale site specific che darà la possibilità a tutti i viaggiatori di sperimentare l’intero progetto.

Realizzato in coproduzione da
Associazione Teatro dei Sassi

Segui il progetto anche su
Sito Web
Facebook
Twitter
Instagram
Partner di progetto:

Heike Hennig, Germania
Scuola Holden, Italia
Stefano Faravelli, Italia

Artisti:

Heike Hennig
Alessandro Baricco
Stefano Faravelli

Data e luogo:

23 marzo 30 luglio 2019 nella Biblioteca Provinciale di Matera