Matera 2019

Una divinità e un essere umano: ecco a cosa si ispira il progetto Proteus. Parliamo di Proteo, divinità greca mutaforme, e di Leonardo Sinigalli, uno dei più illustri e poliedrici cittadini di Montemurro. Con sette aree tematiche, sette colori e sette percorsi, Montemurro celebra la natura poliedrica che la contraddistingue e la propria capacità di trasformarsi, pur restando se stessa: si parlerà di design, con una mostra ispirata all’attività pubblicitaria di Sinigalli e dedicata a Mauro Bubbico, ma anche di storia, con uno spettacolo teatrale sul Risorgimento lucano.

Dalla poesia, con letture pubbliche degli scritti di Sinigalli tenute da un attore professionista, si passerà alla letteratura disegnata, con laboratori di illustrazione dedicati alle scuole della Val d’Agri. Ci sarà spazio anche per la divulgazione scientifica, con un incontro dedicato al documentarismo scientifico di Sinigalli e una mostra su Robert Mallet, sismologo irlandese giunto a Montemurro in seguito al terremoto del 1857. Di arte si parlerà invece con Philippe Daverio che commenterà le opere di Antonello Leone e Maria Padula e con una mostra e un laboratorio dedicati alla scuola del Graffito Polistrato di Montemurro. Tra un evento e l’altro, negli angoli più caratteristici del borgo, i musicisti montemurresi si esibiranno nel loro tradizionale repertorio.

Realizzato in coproduzione da
Comune di Montemurro

Data e luogo *:

2, 3, 4 maggio 2019 a Montemurro


(*) Le date e i luoghi potrebbero subire variazioni