Matera 2019

Percorso tra Mitologia, Archeologia ed Attività Venatorie

Immaginate di tornare in Magna Grecia, di cancellare dal panorama tutto quello che è venuto dopo, i suoni – soprattutto – ed ecco che potrete sentire di nuovo il fischio degli uccelli, il fruscio dei cespugli mossi dagli animali del bosco, lo scroscio dell’acqua. Per prima cosa mettetevi in ascolto.

A Garaguso si ritorna indietro nel tempo per un giorno, riscoprendo gesti, strumenti e sapori antichi nella cornice del Tempietto di Marmo della dea Persefone e di Palazzo Revertera, bella dimora di caccia. Da questi luoghi prende spunto una grande rievocazione su due piani temporali.

Da una parte il mondo greco con il racconto del mito di Persefone – la dea che ogni sei mesi esce dagli Inferi e porta sulla Terra fiori e frutti –, e una degustazione di gastronomia locale con l’assaggio della focaccia di Garaguso, cucinata sul modello di un ritrovamento archeologico.

Dall’altra il mondo barocco: una mattinata di caccia con il conte Revertera e un vero e proprio palio tra rioni con una cerimonia finale in cui tutti i partecipanti sfilano per le vie del paese.

Gli studenti dei Conservatori Musicali lucani accompagnano la festa con un repertorio di brani antichi e di musiche venatorie, in compagnia della fanfara di paese. Le scuole del borgo sono chiamate a realizzare una serie di mostre fotografiche con gli scatti catturati durante le attività della giornata.

Realizzato in coproduzione da

Comune di Garaguso

Data e luogo *:

13 aprile 2019 a Garaguso


(*) Le date e i luoghi potrebbero subire variazioni